4 trucchi per migliorare i tuoi chatbot

 In Big Data, Intelligenza Artificiale

I costanti miglioramenti nel campo delle Intelligenze Artificiali e della gestione dei dati hanno reso più facile l’utilizzo dei chatbot. La maggior parte dei siti web ha sistemi più o meno complessi che cercano di interagire con l’utente per aiutarlo o guidarlo. Questi strumenti hanno un potenziale notevole, se ben programmati! Scopriamo insieme 4 accorgimenti che ti aiuteranno ad implementare chatbot efficaci per il tuo business.

Il prerequisito: la knowledgebase

Le capacità di un sistema di chatbot dipendono dalla complessità dell’Intelligenza Artificiale che lo gestisce e dalla knowledgebase da cui può attingere. I chatbot sono principalmente strumenti di engagement e supporto quindi hanno bisogno di “conoscere” le risposte alle domande che gli utenti fanno. Molte aziende hanno a disposizione una knowledgebase interna, utilizzata dal reparto di helpdesk o direttamente dai clienti attraverso apposite sezioni online. Questa fonte di informazioni è il punto di partenza per implementare un sistema di chatbot efficace!

Trucco 1. Cura l’introduzione

Che il bot parta automaticamente durante la navigazione o sia richiamato dall’utente con un pulsante, si presenterà attraverso una schermata di benvenuto. Questo è il momento migliore per accogliere il cliente con gentilezza e spiegargli cosa fa in programma! Essere chiari riguardo alle funzionalità del bot eviterà inutili fastidi per l’utente e lo manterrà collegato più a lungo.

Trucco 2. Scegli il giusto “tono di voce”

Il bot dovrebbe rispecchiare la comunicazione della tua azienda. Alcuni brand dallo stile particolare hanno programmato chatbot spiritosi o che usano abbreviazioni e slang! L’elemento decisivo per questa scelta è il tipo di pubblico a cui ti rivolgi. Come un’immagine seria e professionale richiede un approccio più composto, un marchio tipicamente sopra le righe e dedicato ai giovani può sperimentare con una comunicazione più libera.

Anche se un bot non è né deve fingere di essere una persona, è meglio mantenere un tono colloquiale. Se il tuo stile comunicativo lo permette, utilizza abbreviazioni e anche emojis! In ogni caso cerca di trasmettere naturalezza così che l’utente si senta a suo agio mentre interagisce con il programma.

Trucco 3. Prepara messaggi brevi

Il tempo è un bene molto prezioso e gli utenti non amano sprecarlo sui siti web. Inoltre lo spazio a disposizione nella schermata di un chatbot è ridotto! Quindi scrivi messaggi brevi che aiutino il cliente a trovare rapidamente risposta alle sue domande. Se hai bisogno di scrivere un messaggio più lungo, dividilo in due parti e ritarda il secondo invio di qualche secondo. In questo modo darai tempo agli utenti di leggere il tuo messaggio senza sentirsi pressati e la conversazione non sarà a senso unico.

Trucco 4. Definisci un obiettivo

A seconda del tuo business puoi utilizzare i chatbot per raggiungere diversi obiettivi. Se hai un e-commerce, puoi usarli per guidare i tuoi clienti nell’acquisto; se il tuo sito si occupa di informazione, puoi presentare agli utenti le ultime notizie. È importante che tu dia al tuo bot uno scopo altrimenti non verrà mai utilizzato dai visitatori. Oppure, peggio ancora, potrebbe essere continuamente chiuso perché non è utile! Al contrario, un programma con un obiettivo chiaro sarà in grado di migliorare l’esperienza degli utenti e magari convertirli in acquirenti!

 

Ti piacerebbe saperne di più sui chatbot e su come utilizzarli per la tua azienda? Contattaci e insieme studieremo un piano che ti permetterà di integrarli nel tuo business!

Recommended Posts

Leave a Comment

5 − 4 =